Casa nuova o usata?

 

 

Casa, meglio nuova o da sistemare? Il risparmio medio è del 22%

Lo sconto medio, in Italia, per chi acquista una proprietà da ristrutturare è del 22 per cento (Getty)

Cambiare casa non è mai semplice. Tra i vari aspetti da considerare c’è quello legato al budget. Se ridotto può essere una soluzione valutare la possibilità di acquistare un immobile da ristrutturare.

Il confronto dei costi

Secondo un’indagine effettuata dal centro studi di Immobiliare.it, emerge  che lo sconto medio, in Italia, per chi acquista una proprietà da ristrutturare è del 22 per cento. Ovviamente dipende dalla zona. In Valle d’Aosta, ad esempio, il prezzo scende fino al 41 per cento se l’immobile necessita di interventi di ristrutturazione, mentre in Campania solo del 12 per cento.

Le percentuali

In Trentino Alto Adige si arriva al 39 per cento in meno, in Friuli Venezia Giulia al 34 per cento. Il prezzo si discosta meno rispetto ad una casa nuova in Abruzzo (15 per cento) e Sicilia (18 per cento). Prendiamo come riferimento un appartamento di 80 metri quadrati nelle grandi città. La percentuale di sconto su una casa nuova è maggiore a Napoli (14 per cento), rispetto a Milano (11 per cento) e Roma (13 per cento).

L’abitazione nuova

Decidere di acquistare un’abitazione nuova di zecca, direttamente dal costruttore è forse la scelta più facile, se l’edificio è ancora in fase di costruzione il prezzo sarà leggermente più basso. Senza considerare che le nuove abitazioni hanno maggiore efficienza energetica e materiali più innovativi.

I lavori di ristrutturazione

Le case in provincia hanno solitamente una differenza di costo maggiore se da ristrutturare. Nella campagne di Siena e Perugia, ad esempio, la differenza di prezzo arriva fino al 29 per cento e un trilocale da ristrutturare costa mediamente 76mila euro, mentre nuovo supera i 100mila.